Gartner Data Summit: Irion “representative vendor” per il Data Fabric

Garter: The Data Fabric is the solution to these issues

Exec Summary

L’adozione di un Data Fabric Design per la gestione dei dati è un risparmio di tempo e costi per il business e facilita la diffusione delle informazioni all’interno delle organizzazioni, lo afferma Gartner al Data&Analytics Summit. Molti sono quindi i benefici di questo approccio innovativo al Data Management per le aziende. Irion EDM è una delle piattaforme Data Fabric Ready riconosciute da Gartner e citate da Eric Thoo nel suo intervento.

Perché si parla tanto di Data Fabric?

Eric Thoo, nel suo intervento “Upgrade to a Data Fabric Design to Transform Your Data Management and Integration Architecture”, racconta che il Data Fabric è il futuro del Data Management.

Molte tecnologie che si occupano di Data Management oggi lavorano a silos. I dati infatti vengono gestiti in modo frammentario. A volte si usano tecnologie per la gestione dei metadati, altre strumenti ETL con dati archiviati in uno o più database, in cloud privati o pubblici, CRM, flat files… con il risultato di far proliferare i compiti manuali in capo agli utenti.

Come rendere la gestione dei dati agile, in grado di rispondere alla richiesta di velocità e flessibilità nella messa a disposizione di informazioni basate su dati di diversa natura e origine, gestiti con modalità e latenze distinte su più piattaforme?

Come reinventare, rinnovare e modernizzare il Data Management?

Il Data Fabric nasce in risposta diretta a queste necessità.

Chiariamo innanzi tutto un punto: il Data Fabric è un framework, non una tecnologia.

Non è una tecnologia sostitutiva “magica” che sconvolge lo stack tecnologico che i CDO hanno attualmente a disposizione. È un framework che permette di “liberare i dati” che sono bloccati in tutte le diverse fonti e sistemi, generare correlazioni ecc.

Il Data Fabric utilizza molteplici componenti che possono essere selezionati e assemblati in varie combinazioni per supportare vari casi d’uso, analitici e operativi, in ambienti dati distribuiti ed eterogenei seguendo un approccio guidato dai metadati.

I metadati hanno un ruolo fondamentale: non sono soltanto informazioni descrittive dei dati di una data pipeline, ma possono essere impiegati in modo attivo per:

  • esplorarne le caratteristiche attraverso una navigazione grafica
  • suggerire opportunità di efficientamento nella sua gestione
  • accompagnarne l’evoluzione durante l’intero ciclo di vita
  • stabilire i requisiti di qualità dei dati coinvolti e rappresentarne l’effettivo rispetto
  • ulteriori attività di Data Management

La scoperta degli “active metadata” e l’inferenza semantica sono nuovi aspetti chiave di un tessuto di dati rispetto agli approcci tradizionali.

Gartner ha identificato i sei pilastri di un modello Data Fabric:

  1. Augmented Data Catalog
  2. Semantic Knowledge Graph
  3. Metadata Activation
  4. Recommendation Engine
  5. Data Preparation and Data Delivery
  6. Orchestration and DataOps
Gartner - Focus on other key persona

Perché le organizzazioni dovrebbero adottare un approccio Data Fabric?

Secondo quanto ci presenta Eric Thoo:

  • L’adozione di un Data Fabric Design per la gestione dei dati è un risparmio di tempo e costi per il business. Entro il 2023, le organizzazioni che utilizzano i data fabric per collegare dinamicamente, ottimizzare e automatizzare i processi di gestione dei dati ridurranno il time-to-data delivery del 30%.
  • Il Data Fabric Design permette agli utenti di business di ottenere facilmente le informazioni di cui necessitano. Entro il 2023, l’automazione abilitata dai data-fabric nella gestione e integrazione dei dati ridurrà la dipendenza dagli specialisti IT del 20%.

Ci sono benefici per diversi attori di un sistema di Data Management, ma questo approccio consente di rendere disponibile agli utenti di business il patrimonio informativo aziendale. Succede infatti che essi non sempre sappiano illustrare i loro requisiti. E come è possibile costruire una tecnologia per qualcuno che non conosce le sue specifiche funzionali? Un tempo era impossibile, ma ora non lo è più. L’adozione del Data Fabric che offre la possibilità agli uomini del business di costruire i propri modelli funzionali quando non sono in grado di condividere le specifiche.

Irion EDM è una delle piattaforme Data Fabric Ready riconosciute da Gartner e citate da Eric Thoo al Data & Analytics Summit. Alcune capabilities e caratteristiche della piattaforma Irion EDM ne fanno lo strumento ideale per l’applicazione di tecniche di Data Fabric.

Come Irion EDM può supportare il framework Data Fabric?

Irion EDM è una piattaforma completamente metadata driven. Dispone di funzionalità in grado di utilizzare al meglio le potenzialità dei metadati, gestire un metadata model capace integrare tutti i metadati utili a rappresentare entità, relazioni e attributi per il governo dei data asset aziendali consultabile tramite grafi semantici e navigabili nel Data Catalog di ultima generazione. La presenza nativa nella piattaforma dei linguaggi R e Python supporta l’implementazione di logiche di calcolo articolate e l’impiego di librerie specializzate per la realizzazione di soluzioni di AI e ML, in grado, ad esempio, di suggerire opportunità di ottimizzazione delle fasi di data integration e data delivery di una data pipeline sulla base del valore dei dati e dei costi sostenuti nelle varie fasi della data pipeline. Irion non fornisce funzionalità già pronte all’uso a questo scopo, ma una piattaforma integrata, completa, aperta, con una dotazione di componenti capace di sostenere un modello Data Fabric e più generalmente un approccio agile alla gestione del ciclo di vita dei dati.

Vuoi saperne di più?

Scopri attraverso esempi pratici come altre realtà di successo hanno già avviato la loro trasformazione.